NEPETA CATARIA / GATTAIA / GATTARIA - Nepeta cataria - v11 quadrato ... uno “sballo” per i gatti 🐱

Codice articolo 01198
€4,90
Disponibile
1
Dettagli del prodotto

Caratteri botanici
Pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Labiate. Il fusto è eretto e ramoso, le foglie sono opposte, grigio-verdi, dentate e pelose. I fiori sono bianco, azzurro pallido o porpora chiaro, raggruppati in spighe fioriscono da Maggio ad Agosto. Può arrivare ad un'altezza di 50 cm.

Coltivazione
La Nepeta cataria si coltiva in terreni drenati ed arricchiti di torba e concime. Resiste sia alle alte che alle basse temperature. Può essere esposta sia a mezza ombra che in pieno sole. Annaffiare regolarmente evitando i ristagni d’acqua. Questa pianta è la preferita dai gatti, difatti amano annusarla, masticarla e rotolarcisi sopra.

Raccolta e conservazione
Le foglie in cucina si usano fresche. Altrimenti, negli Stati Uniti, vengono essiccate per essere fumate nelle sigarette per far passare il singhiozzo.

Uso in cucina
I germogli insaporiscono insalate, carni (soprattutto quella di maiale), selvaggina, salse e servono a preparare una bevanda alternativa al tè. Le foglie più tenere sono usate per la preparazione di minestre.

La "droga" dei gatti
La pianta (nelle foglie, nei fusti e nelle radici) contiene nepetalattone, un terpene che è un analogo dei feromoni del gatto, e quindi svolge un'attività neuroattiva nei suoi confronti. All'incirca i due terzi dei gatti sono suscettibili agli effetti di questa pianta: la sensibilità è ereditata geneticamente ed è più accentuata negli individui giovani. Anche altri grossi felini, come le tigri o i leopardi hanno analoga sensibilità nei confronti dell'erba, mentre sembra che i leoni mostrino indifferenza. I gatti percepiscono l'odore tramite gli organi vomeronasali. Se un gatto annusa le foglie strofinate o il fusto, vi si struscerà contro, vi si rotolerà, la masticherà, leccherà e vi farà le fusa. Questa reazione dura alcuni minuti, successivamente ai quali il gatto si placherà e perderà interesse, ma dopo un minimo di due ore esso sarà nuovamente attirato e avrà i medesimi effetti. Non sono stati rilevati altri particolari effetti collaterali, comunque alcuni gatti diventano molto eccitati, e quindi l'eccessivo potere di distrazione potrebbe essere considerato turbativo del loro equilibrio comportamentale.

Salva questo articolo per dopo